L’Assemblea Nazionale venezuelana istituisce una commissione “per il dialogo e la riconciliazione nazionale”

Il capo del Parlamento, Jorge Rodriguez, ha detto che inviterà tutte le forze politiche del paese ad aderire all’iniziativa.

Il Presidente dell’Assemblea Nazionale (NA) del Venezuela, Jorge Rodriguez, ha informato questo giovedì dell’insediamento della Commissione Speciale per il dialogo, la pace e la riconciliazione nazionale tra i diversi settori politici del Paese.

Rodriguez, che sarà il presidente del gruppo, ha sottolineato che “si è fatto uno sforzo affinché tutte le forze politiche che fanno parte del parlamento” siano presenti in questa commissione, ragione per cui hanno scelto il deputato dell’opposizione, Luis Eduardo Martinez come primo vicepresidente.

“Abbiamo dato un’enfasi particolare affinché i migliori esperti di dialogo del pianeta, cioè le nostre deputate, siano nella commissione, così come i giovani, che sono i principali interessati a guardare al futuro”, ha aggiunto Rodríguez.

Tra i membri del gruppo ci sono i deputati dell’opposizione Timoteo Zambrano e Javier Bertucci, oltre ai deputati chavisti Nicolás Maduro Guerra, Roque Valero, Roy Daza, tra gli altri. “Nessuna delle questioni che sono motivo di controversia o di unità per i venezuelani dovrebbe essere lasciata fuori”, ha detto Rodriguez.

Allo stesso modo, il presidente ha sottolineato che inviterà tutte le forze politiche del Paese ad aderire all’iniziativa: “Abbiamo deciso di bussare a tutte le porte, anche se sbattono la porta 1, 2 o 3 volte, insisteremo, perché crediamo che la parola, l’accordo, e un futuro in cui siamo tutti, siano uno stimolo sufficiente per insistere”, ha detto.

Primi accordi

Il capo dell’Assemblea nazionlae venezuelana ha informato che la prima decisione del nuovo gruppo è stata quella di informare i parlamenti mondiali dell’insediamento di questa commissione speciale. “Lo faremo, tra l’altro, perché uno dei temi più importanti su cui lavoreremo sarà quello delle sanzioni, degli aiuti umanitari e del blocco a cui il Paese è stato brutalmente sottoposto”, ha spiegato.

Rodriguez ha aggiunto che i deputati che compongono il gruppo cercano di essere “uno strumento per aggirare” le aggressioni internazionali contro il Paese, e che uno degli obiettivi promozionali sarà quello di “fermare queste azioni violente, chiamate sanzioni o blocco”.

Rodriguez ha sottolineato che saranno installati anche meccanismi tecnologici di consultazione, in modo che ogni cittadino possa esprimere le proprie opinioni o le proprie proposte di lavoro per la commissione.

Fonte: RT

Traduzione: patriagrande.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: